1. Rinascere alla speranza

 Riccardo Tonelli

 

Il tema proposto dal Papa per questa GMG è davvero non solo bello e stimolante, ma soprattutto di grande attualità. Sono convinto che tutti coloro che si interessano, a titoli diversi, di educazione dei giovani alla fede, si impegneranno con tutte le risorse per permettere ai giovani di confrontarsi con la questione messa a tema per questa GMG.

Il Papa suggerisce la ragione per cui ha scelto questo tema. Ed è certamente su questa ragione che prima di tutto è importante pensare e sollecitare l’attenzione dei giovani.

Sono convinto che per potere comprendere bene quello che caratterizza i giovani di oggi sia decisivo prendere in considerazione, in modo quasi complementare, due dati. Il primo dato riguarda l'essere giovane, cioè le caratteristiche di tipo evolutivo che naturalmente qualificano chi sta vivendo questa stagione particolare della sua esistenza. Ma questo non è sufficiente. Sempre di più è urgente prendere in considerazione il tempo in cui i giovani vivono la loro giovinezza. Per questo a me piace parlare di un'attenzione rivolta all'essere giovani in questo tempo.

L'introduzione alla lettera di convocazione per la GMG ricorda con molta incisività queste due dimensioni. Ricorda che la giovinezza è caratterizzata da una forte esperienza di speranza. Ma ricorda anche, nello stesso tempo, che coloro che vivono la giovinezza in questa nostra stagione sono segnati decisamente dallo stato di crisi che sta attraversando il nostro tempo. Il Papa parla di crisi sotto diversi punti di prospettiva. Non c'è certamente soltanto la crisi economica, di cui tanto si parla, e che tanto certamente influisce anche sulla giovinezza. È presente anche una crisi di senso, di prospettiva, di condivisione di valori capace di dare ragioni concrete per credere alla vita, e per affidarsi di conseguenza alla speranza. Tutto questo rende il tema della speranza davvero un tema molto urgente. La spontanea tensione verso il futuro in molti giovani di oggi è ormai ridotta quasi a un lucignolo che si va spegnendo.

Coloro che vogliono lavorare con i giovani in vista della GMG, e soprattutto in vista dell'urgenza del tema scelto, sono, secondo me, sollecitati di conseguenza ad impegnarsi su tre frontiere. Solo dalla convergenza di questi tre impegni è possibile vivere con serietà l’evento.

Il primo impegno riguarda la restituzione ai giovani della voglia di speranza. Troppi fatti documentano che uno degli atteggiamenti più diffusi nel mondo giovanile è quello della disperazione. Forse molti giovani non se ne rendono conto. Certamente non lo stanno verbalizzando così come lo sto facendo io in questo momento. Ma i fatti diventano una triste eloquente parola, che ogni educatore deve sapere interpretare, comprendere, far propria con coraggio.

Il secondo impegno riguarda il confronto critico verso le molte proposte di speranza con cui stiamo confrontandoci. Sono convinto che la disperazione nasca proprio dalla delusione nei confronti dei molti sogni di speranza e delle cose che sono offerte come la soluzione al desiderio di speranza. L'educatore sente vibrare dentro di sé la provocazione che Gesù ci consegna: non possiamo offrire un sasso a chi ha voglia di un pane.

Il terzo impegno è quello che il Papa si propone come risolutivo: riscoprire la persona di Gesù come è l'unico nome in cui possiamo avere la vita in pienezza e di conseguenza l'unico nome che può restituirci pienamente alla speranza, dentro il nostro sofferto desiderio di futuro.

Il tema della GMG è quindi davvero molto impegnativo.

Vivere questo evento in modo serio richiede di conseguenza un notevole lavoro di preparazione per creare le condizioni, quegli impegni che ho ricordato qualche battuta fa.

Aggiungo un'ultima annotazione. Ormai l'abbiamo sperimentato tutti: le parole, anche le più raffinate, non danno speranza. L'unico modo per parlare seriamente di speranza è produrre fatti di speranza, e utilizzare eventualmente le parole per interpretare questi fatti.

Costruiamo speranza facendo fare esperienze concrete di speranza.

MAPPE del SITO 
per navigare con una bussola

mappesito

PROGRAMMAZIONE
NPG 2017

programmazione

La DOTTRINA SOCIALE 
della Chiesa

dottrina

Le INTERVISTE: 
PG e...

interviste

cospes vis tgs cnosfap cgs cnosscuola scsOK1 cnossport

 

Salesiani di Don Bosco Figlie di Maria Ausiliatrice editrice elledici università pontificia salesiana Servizio nazionale di pastorale giovanile Movimento Giovanile Salesiano salesitalia Mision Joven Dimensioni Mondo Erre DonBoscoland Scritti di Don Bosco ans bollettino
LogoMGSILE valdocco missioni missionitv asc exallievi vcdb mor ICC icp ILE ime ine isi